Clicca per altri prodotti.
Nessun prodotto è stato trovato.
Questo sito utilizza dei cookie. Continuando a navigare sul sito, accetti il loro utilizzo per una esperienza di navigazione migliore.
Ho capito

CASCHI CROSSTOURER

Nella categoria caschi moto da Super-Bike trovi i caschi Crosstourer, dei caschi per moto versatili per vivere avventure sia sua strada che su terreni più accidentati. I caschi crosstourer infatti combinano queste due specialità e sono adatti a farti percorrere in entrambe le situazioni una guida perfetta. Indispensabili per coloro che vogliono dirigersi su percorsi misti senza fermarsi, sono molto leggeri, sono dotati di calotta in policarbonato, hanno un sistema di ventilazione che permette all'aria di fluire in ogni situazione, favorendo l’entrata dell’aria fresca e l’uscita dell’aria calda. Il casco crosstourer è un casco multiuso, una vera novità molto apprezzata sia dai professionisti e gradita dai principianti. La vestibilità e il design di questi caschi moto è davvero straordinaria e sul catalogo trovi un vasto assortimento di marche e modelli per tutte le necessità. 

Perché sono necessari i caschi?

Durante un incidente in moto ci sono due principali meccanismi di lesioni al cervello: attraverso il contatto diretto e attraverso l'accelerazione o la decelerazione. Ogni meccanismo causa diversi tipi di lesioni. Quando una motocicletta sono coinvolte in una collisione, il pilota viene spesso lanciato dal mezzo. Se la testa del guidatore colpisce un oggetto o il terreno, il movimento in avanti della testa viene fermato, ma il cervello, con la propria massa, continua a muoversi avanti fino a quando non colpisce l'interno del cranio. Quindi rimbalza, colpendo il lato opposto del cranio. Questo tipo di lesione può comportare qualsiasi cosa, da una lesione alla testa minore, come una commozione cerebrale, a una ferita mortale alla testa. Le lesioni alla testa che derivano da un contatto o da una lesione da accelerazione e decelerazione sono esse stessi divise in due categorie: ferite alla testa aperte o chiuse. La maggior parte delle ferite traumatiche sono lesioni cerebrali risultato di ferite alla testa chiuse - cioè, non c'è ferita che espone il cervello. Proprio per questi motivi indossare un casco di qualità è fondamentale, infatti, i motociclisti che non indossano un casco corrono un rischio molto maggiore di incorrere in una di queste lesioni cerebrali traumatiche e alla testa, o una combinazione di esse. I caschi creano uno strato aggiuntivo per la testa e quindi proteggere chi lo indossa da alcuni dei più forme gravi di trauma cranico. Un casco mira a ridurre il rischio di gravi lesioni alla testa e al cervello riducendo l'impatto di una forza o collisione alla testa. Un casco funziona in tre modi: riduce la decelerazione del cranio, e quindi il movimento del cervello, gestendo l'impatto. Il materiale morbido incorporato nel casco assorbe alcuni degli impatti e quindi la testa si ferma più lentamente. Ciò significa che il cervello non colpisce il cranio con una forza eccessiva. Inoltre le forze dell'impatto vengono diffuse su una superficie maggiore in modo che non lo siano concentrate su particolari aree del cranio. Infine impedisce il contatto diretto tra il cranio e l'oggetto che colpisce agendo come una barriera meccanica tra la testa e l'oggetto. Queste tre funzioni si ottengono combinando le proprietà di quattro componenti di base del casco che sono: il guscio esterno rigido, la fodera che assorbe gli urti, la visiera e il sistema di ritenzione. Il guscio è la forte superficie esterna del casco che distribuisce l'impatto su un grande superficie, e quindi riduce la forza prima che raggiunga la testa sebbene il guscio è resistente, è progettato per comprimersi quando colpisce qualcosa di duro. Fornisce protezione contro la penetrazione da oggetti piccoli, taglienti e ad alta velocità e protegge anche l'imbottitura all'interno del casco da abrasioni e urti durante l'uso quotidiano. La fodera che assorbe gli urti è fatta di un materiale imbottito morbido e traspirante - solitamente polistirolo espanso, comunemente così chiamato. Questo strato denso ammortizza e assorbe lo shock quando casco si ferma e la testa cerca di continuare a muoversi. I caschi progettati per gestire la maggiore energia incidente contengono generalmente uno strato di schiuma friabile. Quando ti schianti e colpisci una superficie dura, la parte in schiuma di un casco si schiaccia, controllando l'energia incidente e prolungando il tempo di arresto della testa di circa sei millesimi di secondo per ridurre l'impatto massimo al cervello. Le forze di rotazione e le tensioni interne sono probabilmente ridotte dallo schiacciamento. La schiuma più spessa è migliore, dando alla tua testa più spazio e millisecondi per fermarsi. Se la schiuma ha uno spessore di 15 mm, ovviamente è necessario fermarsi a metà della distanza di una schiuma spessa 30 mm. Le leggi fondamentali della fisica danno più forza al cervello se la distanza di arresto è più breve, qualunque sia la schiuma. Anche la schiuma meno densa può essere migliore, poiché può schiacciarsi in un impatto minore, ma deve essere più spessa per evitare di schiacciare troppo in un impatto più duro. Se il casco è molto spesso, la circonferenza esterna della testa è in effetti estesa. Se il casco non scivola sulla superficie dello schianto, ciò strattonerà maggiormente la testa, contribuendo allo sforzo sul collo e probabilmente alle forze di rotazione sul cervello. In breve, ci sono sempre dei compromessi, e un casco super-spesso non è probabilmente ottimale. Nella maggior parte dei caschi uno strato di plastica tiene insieme la schiuma del casco mentre si schiaccia e la aiuta a scivolare facilmente sulla superficie dell'incidente, piuttosto che alzare la testa. Nelle attività che coinvolgono la velocità in avanti su pavimentazione ruvida, i caschi più rotondi sono più sicuri, poiché scivolano più facilmente. L'imbottitura confortevole è il morbido strato di gommapiuma che si trova vicino alla testa. Aiuta a mantenere la testa comoda e il casco aderente. Il sistema di ritenzione o sottogola è il meccanismo che mantiene il casco in testa in caso di incidente. Una cinghia è collegata a ciascun lato del guscio. Cinturini per il mento e il collo, appositamente progettati per mantenere il casco adeso durante un durante la sequenza dell'incidente. Un casco deve adattarsi bene e essere sulla testa in modo che l'intera testa rimanga coperta dopo quel primo impatto. I caschi progettati per un impatto minore non hanno necessariamente schiuma all'interno. Alcuni sono solo gusci rigidi con una fascia da sospensione che fornisce la vestibilità e mantiene uno spazio interno per far circolare l'aria. Le schiume di alcuni caschi sono friabili ma non si riprendono mai. Se si schianta un casco realizzato con la solita schiuma di polistirolo espanso, la schiuma viene rotta e non è possibile utilizzarla nuovamente. Oltre a soddisfare le funzioni precedentemente descritte e conformi agli standard un casco deve essere progettato per adattarsi alle condizioni meteorologiche e del traffico. I materiali utilizzati nella costruzione di un casco non dovrebbero degradarsi nel tempo, o attraverso l'esposizione alle intemperie, né dovrebbero essere tossici o causare reazioni allergiche. Attualmente, i materiali plastici comunemente usati sono polistirene espanso (EPS),Acrylonitrile Butadiene Styrene (ABS), Poly Carbon (PC) e Poly Propylene (PP). Mentre il materiale del guscio del casco generalmente contiene PC, PVC, ABS o fibra di vetro, la fodera traspirante all'interno del guscio è spesso realizzata in EPS - un materiale che può assorbire urti e impatti ed è relativamente economico. Tuttavia, caschi con le fodere EPS dovrebbero essere sostituiti dopo un incidente, e in ogni caso gli utenti dovrebbero sostituire tali caschi dopo 3-5 anni di utilizzo.

menu

SCONTO DEL 10%
inserire questo codice al momento dell'ordine:
KXYUNE17

Impostazioni

Condividi

Codice QR

Creare un account gratuito per salvare elementi preferiti.

Registrati

Creare un account gratuito per utilizzare wishlists.

Registrati